Osho lo diceva già negli anni settanta, e quanto aveva ragione: purtroppo la maggior parte delle persone da valore soltanto a ciò per cui è disposta a pagare. In ambito olistico molti storcono il naso all’idea di pagare un seminario, come se l’insegnante vivesse solo di aria e non avesse bollette da pagare a fine mese. Ancora qui a pensare che la spiritualità se non è gratis c’è qualcosa che non va, e chi si fa pagare è un imbroglione. Vabbè…